FC2

La FC 2 è probabilmente la moto più impegnativa che ho costruito, la sua costruzione iniziò nel 1996 e richiese veramente molto tempo. Feci un sogno dove vi era una ragazza che abbracciava una moto, questo sogno mi ispirò, infatti l’anteriore della FC 2 è caratterizzato da questa fascia sinuosa, che idealisticamente rappresenta l’abbraccio della ragazza. Con questa moto esplorai il tema delle asimmetrie, in un’epoca in cui non erano certo una moda. Per il serbatoio e la sella, pensai ad una struttura portante ancorata al telaio tramite tre bulloni, attorno al motore Triumph costruì un telaio saldato in “Inconel”; della moto originale salvai solo il forcellone e il canotto di sterzo. Il nome FC2 deriva dalle asimmetrie, infatti il due indica il numero delle “facce” della moto, vi è anche una caratteristica tipicamente autoctona, tutte le diciture dei livelli dei liquidi, sono scritte in friulano.